Il mare e l’arte : abbattono le barriere

L’equipaggio è quello che non ti aspetti e che potrebbe essere definita: come“la strana coppia del mare”.
Sante Ghirardi, skipper con disabilità motoria e con circa trent’anni di esperienza tra i mari, fondatore dell’Associazione Marinando di Ravenna, patente nautica per barca a vela e a motore senza limiti e brevetto da sub, profuma di onde e la sua voce evoca ad ogni parola avventure marittime che ascolteresti senza sosta.
“Marinaio” d’eccezione Felice Tagliaferri, maestro scultore, non vedente, le cui opere, scolpite nel marmo, nel legno, nel bronzo hanno incantato un pubblico internazionale, instancabile esempio di estro artistico e di contagiosa energia creativa che travalica ad ogni istante ogni limite.

Sante e Felice si sono incontrati per caso, la scorsa primavera, e subito è scattata un’affinità profonda, oltre alla voglia di fare qualcosa insieme. Ecco quindi prendere vita il progetto In onda con Sante e Felice, il mare è come l’arte: entrambi possono abbattere le barriere.
Il 15 settembre salperà da Ravenna con Sante e Felice Andelusa, barca a vela di dieci metri, che prenderà il mare, per toccare, poi, i porti di Cesenatico, Rimini, Pesaro e Senigallia e giungere, il 20 settembre, ad Ancona, sede del Museo Tattile Statale Omero: il celebre luogo dell’arte senza barriere, con sculture e modelli architettonici da toccare e vedere.

Team Vela Città di Cesenatico alla Barcolana 2018

Orgogliosi di partecipare con i nostri ragazzi!

Di “piccolo” Barcolana Young ha solo l’età dei timonieri, compresa tra gli 8 e i 15 anni. Per il resto, è un grande evento, ricco di entusiasmo, di competizione e di voglia di divertirsi. Ai giovani velisti della Classe Optimist spetta un grande compito: quello di aprire i dieci giorni di regate della Barcolana, scendere in acqua nel Bacino San Giusto e garantire al pubblico il colpo d’occhio di oltre trecento “giovani vele” di fronte a piazza Unità d’Italia.

Sei regate in programma, tra sabato 6 e domenica 7 ottobre, su un percorso nel Golfo di Trieste, dove si sfidano i migliori velisti della vela giovanile. A terra, al Molo IV, sarà allestito un “mini villaggio” per garantire massima ospitalità ai velisti e per dare al pubblico la possibilità di vivere in diretta una regata in dimensione ‘young’.